1 Febbraio 2021 la redazione

6-7 marzo 2021 – Libere di lottare! Convegno marxista sulla condizione femminile

Le donne sono le più colpite dalla crisi, il livello dell’occupazione femminile è di nuovo precipitato parecchio sotto il 50%, la chiusura delle scuole ha aumentato ulteriormente il loro carico di lavoro domestico.
Un aggravio di fatica che si è andato sommando all’aumento delle pressioni sul lavoro, se pensiamo che le donne sono una componente fondamentale di tutti quei settori che si sono dimostrati essenziali durante l’emergenza sanitaria, non solo non si sono mai fermate, ma sono continuate in condizioni di aumento dei carichi di lavoro e di rischio di contagio.
Ma l’aumento del lavoro domestico è purtroppo il lato meno drammatico di che cosa significa per molte donne ritrovarsi costrette tra delle mura domestiche che rappresenta l’ambito principale degli episodi di violenza.
Lottare contro l’oppressione significa lottare contro questo marcio sistema.
Partecipa con noi al convegno il 6 e 7 marzo, aiutaci a promuoverlo!
Per partecipare, iscriviti qui.

 

sabato 6 marzo

9:30 Le origini dell’oppressione delle donne
15:00 Le condizioni delle lavoratrici

 

domenica 7 marzo

9:30 Gli attacchi al diritto all’aborto – come difendere i diritti civili
15:00 I movimenti delle donne nel mondo (con interventi della Tendenza marxista internazionale)

 

Leggi anche:

Articoli correlati

Donne

Cooperative sociali e sfruttamento: il punto di vista di una lavoratrice

Pubblichiamo un’intervista ad una lavoratrice del settore delle cooperative sociali che si occupano di assistenza socio-sanitaria domiciliare e nelle residenze sanitarie, un importante contributo verso “Libere di lottare!”, il convegno

Donne

Le donne, prime vittime della barbarie capitalista

MESSICO – Secondo i dati dell’Instituto nacional de estadística y geografía (Inegi) dal 2005 al 2010 in Messico sono state uccise 9.385 donne, nel solo 2010 si registrano 6,4 presunti

Donne

Vogliamo il pane e anche le rose! Il nostro volantino verso l’8 marzo

Il volantino che distribuiremo in tutta Italia il prossimo 8 marzo

Donne

Donne, madri e lavoratrici: indietro non si torna! 

In vista del convegno “Libere di lottare!” del 6-7 marzo, cominciamo la pubblicazione di una serie di articoli sulla condizione femminile a cominciare da cosa voglia dire oggi in Italia essere madri e lavoratrici. Per partecipare al convegno registrati qui.

Donne

8 marzo – Basta subire, ritorniamo a lottare!

L’oppressione subita dalle donne solo nella sua veste più brutale si manifesta con la violenza. Ad essa va aggiunta la sottomissione, i ricatti subiti sui posti di lavoro e le differenze salariali sulla base del genere che aumentano le difficoltà per una piena emancipazione. Esiste una sola strada percorribile che è quella della lotta per una società più giusta e più equa.

Donne

Manifesti Pro Vita: giú le mani dai nostri corpi!

La scorsa settimana Pro Vita, un’associazione cattolica integralista che promette di difendere la famiglia tradizionale da ogni forma di anche minimo progresso, ha lanciato la campagna contro la pillola abortiva RU486.