Tag "Putin"

Russia

Russia: La crisi, le proteste e i compiti dei marxisti – Intervista a Oleg Bulaev

Questa intervista a Oleg Bulaev, militante della sezione russa della Tendenza marxista internazionale, è stata condotta l’8 febbraio 2021, durante le mobilitazioni contro il processo a carico di Navalny, ma

Russia

Russia: l’inverno dello scontento è iniziato

Siamo entrati solo da un mese nel 2021 e quest’anno sembra già diventare, se non un punto di svolta nella storia moderna della Russia, sicuramente un anno di enorme importanza. Non importa quanto le autorità l’abbiano desiderato o meno, l’inizio di un nuovo anno non preannuncia un nuovo inizio o nuovi programmi per quanto riguarda le contraddizioni accumulate del capitalismo russo. Al contrario, queste contraddizioni si acuiscono di giorno in giorno, sollevando sempre più nettamente la domanda, “socialismo o barbarie?”

Russia

Russia – Le masse in piazza

Grandi proteste sono scoppiate in Russia lo scorso 23 gennaio in risposta all’arresto dell’oppositore Alexei Navalny da parte del regime di Putin. Non nutrendo alcuna illusione nei liberali come Navalny, i nostri compagni russi sono intervenuti in queste proteste contro la repressione politica dei gangster di Putin (che colpiranno più duramente la classe operaia e i movimenti socialisti), difendendo una posizione marxista rivoluzionaria.

Caucaso

Nagorno-Karabakh: la ferita sanguinante del nazionalismo post-sovietico

l conflitto scoppiato tra Armenia e Azerbaigian è la eredità sanguinosa del crollo dell’Unione Sovietica e della restaurazione del capitalismo. Questa è una guerra barbara dove domina la reazione da ambo le parti. Tutte le potenze intervenute nel conflitto si dichiarano vittime, ma le uniche vere vittime sono i lavoratori, di entrambe le parti, che pagano con il loro sangue i giochi cinici e reazionari dei loro governi. Solo l’internazionalismo e la lotta di classe possono guidare i lavoratori contro i veri nemici: la loro stessa classe dominante capitalista.

Altri

In Bielorussia, la destra sta portando il movimento in un vicolo cieco: c’è un’altra strada?

Mentre la situazione in Bielorussia è in evoluzione, i nostri compagni in Russia e in Bielorussia invitano ancora una volta la classe lavoratrice a prendere il controllo del proprio destino con metodi e organismi di lotta indipendenti.

Altri

Dichiarazione sulla situazione in Bielorussia – Perché le masse non credono più al regime di Lukashenko?

Di seguito troverete una dichiarazione, scritta dai nostri compagni in Russia e in Bielorussia sulla situazione in pieno svolgimento in Bielorussia. Per uno sciopero generale politico! Abbasso il regime di Lukashenko! Per il socialismo e la vera democrazia!

Siria

Contro l’aggressione di Erdogan! Autodeterminazione e socialismo unica soluzione per il Kurdistan!

In occasione della manifestazione nazionale di domani, primo novembre, a Roma contro l’aggressione della Turchia al Rojava, rendiamo disponibile online un aggiornamento della nostra analisi sul conflitto, pubblicato sul numero di Rivoluzione in corso.

Russia

Russia – Putin all’attacco delle pensioni

Lo scorso 14 giugno il primo ministro russo Dmitrij Medvedev comunicava al paese l’intenzione del suo governo di riformare il sistema pensionistico e di alzare l’Iva dal 18 al 20 per cento. La proposta prevede un innalzamento dell’età pensionabile da 60 a 65 anni per gli uomini e da 58 a 63 anni per le donne.

Nord America

Lo scontro Usa-Russia

Il conflitto tra Usa e Russia rappresenta una delle principali contraddizioni della politica mondiale. Nonostante durante la campagna elettorale del 2016 Donald Trump avesse dichiarato la sua intenzione di normalizzare i rapporti con la Russia, assistiamo oggi a una nuova escalation di sanzioni economiche e guerra diplomatica e propagandistica

Siria

Cosa significa il nuovo attacco militare alla Siria?

Sabato 14 aprile, gli Stati Uniti e i loro “alleati”, la Gran Bretagna e la Francia, hanno bombardato molteplici obiettivi governativi in Siria, in un’operazione che aveva come obiettivo siti legati ai presunti programmi di guerra chimica.

  • 1
  • 2