Studente marxista ucciso in Belucistan (Pakistan)!

Ieri, 31 ottobre a Turbat in Belucistan, la casa del compagno Zareef Rind è stata attaccata da uomini armati non identificati. Suo fratello minore Hasil Rind Baloch, 18 anni, – un attivista del Baloch Student Organization (BSO) – è stato ucciso da un proiettile che lo ha colpito alla testa. Tuttavia, sembra chiaro che l’obiettivo reale di questo attacco era Zareef Rind che era a casa e non molto lontano da suo fratello quando è stato ucciso, anche se di solito vive a Karachi. Dal momento che suo fratello minore gli assomiglia molto, gli aggressori possono aver colpito il bersaglio sbagliato.

Zareef Rind è molto conosciuto per le sue idee marxiste. É stato il leader principale del BSO per diversi anni prima di aderire alla Tendenza marxista internazionale. Nella prima Conferenza nazionale della Pakistan youth alliance, tenutasi nel dicembre 2015, è stato eletto alla carica di Segretario generale.

Non è la prima volta che l’abitazione di Zareef Rind in Belucistan è presa di mira. Nel marzo di quest’anno la sua casa è stata oggetto di un attacco di lanciarazzi e colpi d’arma da fuoco. Questo attacco, durante il quale uno dei suoi parenti è stato gravemente ferito, è stato rivendicato da un gruppo di nazionalisti beluci. Zareef ha sempre condannato l’aggressione militare pakistana nei confronti del Belucistan, ma ha criticato sempre il terrorismo come metodo di lotta sbagliato da parte dei nazionalisti.

Chiunque sia il responsabile di questo brutale omicidio, è necessaria una risposta immediata che i compagni della sezione pakistana della Tendenza marxista internazionale stanno organizzando.
Presidi di protesta saranno organizzati domani a Quetta e a Lahore.
L’indirizzo a cui mandare messaggi di solidarietà e di appoggio è editor@marxist.pk

Articoli correlati

Rilascio immediato degli attivisti socialisti pakistani! Firma la petizione!

I firmatari richiedono il rilascio immediato dei sette attivisti e la fine della repressione contro il Ptm.

Kashmir: la classe operaia dell’intera regione lotterà contro le misure draconiane di Modi

Le misure draconiane del governo Modi riguardanti il Kashmir hanno provocato ripercussioni in tutta la regione. Il 5 agosto, con un decreto presidenziale è stato revocato dopo più di settant’anni lo statuto speciale allo stato di Jammu e Kashmir, conteso con il Pakistan. Anche l’autonomia costituzionale è stato improvvisamente revocata senza alcun passaggio democratico.

Pakistan – I sette sequestrati diventano NOVE! Tutti i compagni liberi SUBITO

Ieri a Karachi altri due sostenitori del gruppo Lal Salaam sono stati rapiti dai Rangers, un corpo di polizia dello Stato pakista

PAKISTAN: ALTRI TRE COMPAGNI RILASCIATI!

Dopo la liberazione, avvenuta ieri, di tre dei nove compagni sequestrati, altri TRE militanti della TMI, Aftab Ashraf, Karim Parhar e Zain ul Abidin sono stati rilasciati oggi!

Le lezioni dello sciopero della Pakistan International Airlines (PIA)

Il recente sciopero alla PIA, la compagnia aerea di bandiera pakistana, è stato momento magnifico ed estremamente significativo nella storia delle lotte dei lavoratori nella storia di questo paese. Questa

Pakistan – Il Pashtun Tahafuz Movement, la repressione e il ruolo dei marxisti

Dall’inizio di febbraio un nuovo movimento di massa sta mettendo in discussione alla radice lo status quo in Pakistan. La protesta è stata innescata dall’esecuzione sommaria di un giovane pashtun, Naqeeb ullah Mehsud, avvenuta a Karachi lo scorso 19 gennaio.