14 Luglio 2017

Stalin, di Lev Trotskij, è finalmente disponibile!

“La nuova edizione di Stalin amplia e arricchisce
il vasto arsenale di teoria marxista lasciatoci in eredità da Lev Trotskij” – Esteban Volkov, nipote di Trotskij

Finalmente è disponibile l’edizione italiana di Stalin, l’ultima opera di Trotskij.

La presente edizione italiana si basa sull’edizione inglese pubblicata nel 2016 a cura di Alan Woods dopo aver recuperato il materiale disponibile in inglese negli archivi Trotskij dell’Università di Harvard e aggiunto ulteriore materiale tradotto dal russo. Si tratta della versione più completa dell’opera mai pubblicata prima, resa disponibile per la prima volta in italiano in occasione del centenario della rivoluzione d’ottobre. Questa nuova edizione italiana che abbiamo l’orgoglio di aver realizzato è in copertina cartonata, con 64 pagine di illustrazioni e fotografie in parte inedite. Il volume consta complessivamente di 1038 pagine.

Il 20 agosto 1940 Lev Trotskij venne brutalmente assassinato da un sicario stalinista. Tra le opere rimaste incompiute c’era la seconda parte della sua biografia di Stalin.

Stalin di Trotskij rappresenta un testo unico nella letteratura marxista in quanto spiega alcuni tra i principali avvenimenti del XX secolo non solo in termini di tendenze economiche o di trasformazioni sociali, ma anche dal punto di vista della psicologia di uno dei suoi protagonisti, indagando come i tratti peculiari del carattere di un individuo possano interagire con grandi eventi storici.

In che modo Josif Stalin, che cominciò la sua vita politica come rivoluzionario e bolscevico, è potuto diventare un mostruoso tiranno? Quale fu il rapporto fra la vicenda individuale e i processi storici? Trotskij risponde a queste domande sulla base di una gran quantità di materiale accuratamente ricostruito a partire dai suoi archivi personali e da molte altre fonti.

STALIN è in vendita al prezzo di 35 EURO!

Per ricevere una copia, scriveteci a redazione@marxismo.net o telefonateci allo 0266107298





Indice dell’opera

Premessa di Esteban Volkov

Come nasce Stalin di Trotskij di Rob Sewell

Nota del curatore, Alan Woods

Nota all’edizione italiana

Introduzione di Lev Trotskij

1. Famiglia e scuola

2. “Rivoluzionario di professione”

3. La prima rivoluzione

4. Il periodo della reazione

5. La nuova ascesa

6. Guerra ed esilio

7. L’anno 1917

8. Il commissario del popolo

9. Come si armò la rivoluzione

10. La guerra civile

11. Dall’oscurità al triumvirato

12. La via al potere

13. Kinto al potere

14. La reazione termidoriana

Poscritto di Alan Woods

Appendice 1. Il Termidoro francese

Appendice 2. Stalin teorico

Appendice 3. La storiografia ufficiale di Stalin

Appendice 4. Tre concezioni della rivoluzione russa

Appendice 5. Frammenti inediti

Congressi del partito

Cronologia

Note biografiche

Articoli correlati

Lenin e Trotskij: dopo il Febbraio ci sarà un’altra rivoluzione

Quando lo zar viene rovesciato (13 marzo), Lenin è in esilio in Svizzera; Trotskij, espulso dalla Francia su pressioni dell’ambasciata zarista, è a New York.

Le “giornate di aprile”

Quando Lenin avvertì che nella rivoluzione le masse erano cento volte più a sinistra dei bolscevichi, a molti dovette sembrare solo una frase ad effetto.

102° anniversario della Rivoluzione russa – L’Ottobre fu un colpo di stato?

Il 7 novembre 1917 (25 ottobre secondo il calendario giuliano), per la prima volta nella storia, il proletariato conquistò il potere. Lo fece in Russia, sotto la guida del Partito bolscevico di Lenin.

1917 – 2018: 101° anniversario della Rivoluzione d’Ottobre

Oggi, 7 novembre 1917 (25 ottobre per il calendario giuliano), 101 anni fa, i lavoratori in Russia abbattevano il capitalismo e conquistavano il potere, guidati dal partito bolscevico. Consideriamo la Rivoluzione d’Ottobre il più grande avvenimento della storia dell’umanità e la celebriamo consigliando la lettura di questo articolo di Lenin, pubblicato per la prima volta nel 1921.

Le Tesi di aprile – I compiti del proletariato nella nostra rivoluzione

Giunto a Pietrogrado nella notte del 3 aprile, naturalmente solo a mio nome e con le riserve dovute alla mia insufficiente preparazione potevo presentare alla riunione del 4 aprile un

La rivoluzione russa

Sono trascorsi cent’anni dal 1917, ma la rivoluzione d’Ottobre è tornata prepotentemente all’ordine del giorno. Nel 1917, gli operai ed i contadini russi guidati da Lenin e dal partito bolscevico, rovesciarono il governo dello zar, i proprietari terrieri, i banchieri e gli industriali e mossero i primi passi verso la trasformazione socialista della società.