3 Luglio 2017

Solidarietà con i lavoratori in lotta di Kragujevac

Ai lavoratori in lotta dello stabilimento Fca di Kragujevac

 

Cari compagni,

esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla vostra lotta. Le ragioni del vostro sciopero sono sacrosante. Turni di lavoro massacranti, salari che non permettono di vivere, condizioni di lavoro indecenti che diventano insopportabili con il caldo estivo. Sono gli stessi soprusi che subiamo quotidianamente anche noi, dipendenti Fca in Italia.

Fca in Serbia, in Italia e a livello internazionale vuole realizzare i suoi profitti sulla nostra pelle di lavoratori.

La vostra lotta è una fonte di ispirazione e un esempio. Dimostra che dire no a Marchionne si può e si deve!

 

 

Prime firme

 

Domenico Loffredo – Operaio Fca Pomigliano d’Arco Membro direttivo Fiom Napoli e regione Campania
Mario di Costanzo, Rsu Fca Pomigliano, Fiom
Stefano Birotti, Rsu Fca Pomigliano, Fiom
Matteo Parlati Rsa -Rls Fiom Ferrari
Italia D’Acierno – Rsa Fca Pratola Serra
Antonio Gravinese – Rsa Fiom Fca Melfi

Paolo Ventrella – Rsa Rls Fiom Ferrari e membro del direttivo Fiom Modena,
Pasquale Marano – Rsa Fiom Ferrari, membro del Direttivo Fiom Modena,
Marco Quarta, Ferdinando Parisi e Vincenzo Gaipa – membri del direttivo Fiom di Modena
Vincenzo Chianese – Membro direttivo Fiom Napoli e regione Campania
Aldo Castellano
Patrizia Murgia
Emanuele Buono,
Gianluca Sora
Mario Costabile
Paolo Andreotti
Giovanni Cimmino
Giuseppe Buonincontro, Lavoratori Fca Pomigliano

Articoli correlati

Il problema non è il “populismo” ma la crisi di una linea sindacale

A Bologna tra il 2008 e il 2016 si sono persi 7mila posti di lavoro metalmeccanici – da 53mila a 47mila – di cui 6mila operai e mille gli impiegati.

Whirlpool: no alla vendita-truffa!

La vertenza Whirlpool deve porre all’ordine del giorno una risposta allo strapotere padronale che coinvolga l’intero movimento operaio affinché la lotta della Whirlpool sia la lotta di tutti. Per porre fine al fatto che lor signori possano fare il bello e il cattivo tempo bisogna avanzare la parola d’ordine della nazionalizzazione e del controllo operaio.

Nazionalizzare l’Ilva!

Solo con un’Ilva nazionalizzata è possibile elaborare un vero piano di risanamento e rilancio, sotto il controllo dei lavoratori e dei comitati di cittadini in difesa della salute e dell’ambiente. Su questa strada la lotta dell’Ilva può essere la scintilla di una svolta che scuoterebbe la classe lavoratrice di tutto il paese.

L’intervento di Paolo Brini al Comitato centrale della Fiom – 21 maggio 2016

Il comitato centrale della Fiom, a fronte della totale intransigenza di Federmeccanica, ha condiviso l’idea di proporre dopo l’incontro del prossimo 24 maggio un pacchetto di ore di sciopero, il blocco degli straordinari e lo sciopero generale con manifestazioni regionali per la metà di giugno. Di seguito potrete leggere l’intervento di Paolo Brini.

La lotta della Whirlpool è la lotta di tutti! – Un volantino

Pubblichiamo il testo del volantino che Sinistra classe rivoluzione ha distribuito oggi allo sciopero nazionale dei lavoratori Whirlpool, a Roma.