Articoli correlati

Trasporti

Strage di Viareggio – Intervista a Riccardo Antonini

Martedì 31 gennaio c’è stata la sentenza di 1° grado per la strage ferroviaria del 29 giugno 2009 in cui persero la vita 32 persone. 7 anni e mezzo per la prima condanna. Abbiamo intervistato Riccardo Antonini, ferroviere addetto alla manutenzione, licenziato il 7 novembre 2011 per l’impegno a fianco dei familiari.

Trasporti

Bartolini – Il focolaio provocato dai padroni

Quando il Covid-19 sembrava essere stato debellato, almeno per i mass-media nazionali e locali, ieri è giunta la notizia di un focolaio alla Bartolini, nella sua sede alla periferia di Bologna. I positivi sono 64, tra i magazzinieri, familiari e conoscenti. Ma il numero inevitabilmente crescerà.

Trasporti

Trasporto merci e logistica: è il momento dell’offensiva!

Il primo dicembre parte il cosiddetto picco di natale. I lavoratori del trasporto merci e della logistica, magazzinieri, autisti, impiegati e call center, saranno per tre settimane sottoposti a carichi di lavoro ancora più insostenibili.

Trasporti

La vicenda Uber rivela la natura marcia del capitalismo

In questo articolo Laura Perez, della sezione canadese della Tendenza marxista internazionale, analizza l’ascesa di Uber all’interno dell’industria dei taxi e le sue conseguenze sul mercato del lavoro. A perderci sono sempre i lavoratori, e gli unici a guadagnarci, in ultima analisi, è sempre il grande monopolio capitalista.

Trasporti

Logistica – Lo sciopero è stato un successo: ora la parola ai lavoratori!

Che lo sciopero di Cgil, Cisl e Uil del 30 e 31 ottobre per il rinnovo del contratto merci e logistica sia andato bene lo si capisce anche dalle dichiarazioni delle associazioni padronali che la sera del 31 ottobre hanno fatto sapere di “essere disponibili a riaprire il confronto per trovare al più presto un accordo”. Considerando l’arroganza precedente è evidente che hanno subìto il colpo.

Lotte e Sindacato

Alitalia: i lavoratori respingono il ricatto padronale

Il 24 aprile si è chiuso il referendum imposto ai lavoratori Alitalia sulla vergognosa pre-intesa firmato il 14 aprile da sindacati, governo e azienda. Il risultato è stato netto, su 11.673 lavoratori aventi diritto hanno votato in 10.184, quasi il 90%. Di questi il 67% ha bocciato la pre-intesa.