23 Settembre 2021 la redazione

NUOVO VOLANTONE: La loro transizione e la nostra – Una prospettiva socialista

La questione ambientale è sempre più al centro del dibattito politico ed economico. I governi e le multinazionali di tutto il mondo fanno a gara per chi fissa gli obiettivi più ambiziosi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica (Co2) allo scopo di contrastare il riscaldamento globale. Il punto è capire come pensano di poter raggiungere questi obiettivi.

Sul tema esiste oramai una letteratura sterminata, ma tutti gli articoli, anche quelli più interessanti, hanno in comune il difetto di presentare la transizione ecologica come una questione meramente tecnologica, cioè di passaggio dalle tecnologie basate sulle fonti di energia fossili e inquinanti (carbone, petrolio e gas) alle tecnologie incentrate sulle fonti di energia rinnovabile a zero emissioni (fotovoltaico, eolico, idroelettrico, geotermico…).

In nessuno caso si vanno mai a mettere in dubbio le modalità di funzionamento del sistema di produzione capitalista, che vengono date per scontate, come la base di partenza di ogni ragionamento… (continua)

 

Puoi leggere il nostro volantone scaricando qui il pdf

Articoli correlati

Ambiente

Incendio a Marghera – Quando gli “schei” comandano sulla vita e la salute

Stamattina si è consumato l’ ennesimo incidente sul posto di lavoro. Nello stabilimento chimico di Porto Marghera 3V Sigma è divampato un incendio che ha ferito gravemente due lavoratori, portati d’urgenza in ospedale, e ne ha intossicati almeno altri quattro. Una tragedia annunciata.

Scienza

I veri costi del nucleare

La pericolosità  per le generazioni future delle scorie e gli esorbitanti costi dovuti allo stoccaggio (di smaltimento non si può parlare) sono la prova fondamentale di come fra le diverse fonti energetiche il nucleare sia, di gran lunga la più costosa e pericolosa.

Ambiente

Clima: il movimento rilancia!

Il terzo Climate Strike in Italia è stato un successo, con più di 500mila giovani in piazza, superando anche le cifre del primo sciopero del 15 marzo. Diversi aspetti hanno contribuito a questa crescita, che non è solo una crescita numerica ma uno sviluppo politico che merita di essere compreso.

Ambiente

Il diluvio universale… di petrolio – Intervista a Enrico Duranti su Radio BlackOut

Stamattina Radio Blackout ha intervistato il nostro compagno Enrico duranti, militante No triv Crema, sulla devastante crisi petrolifera in corso, che ha portato a un crollo drammatico del prezzo di questa materia prima.

Meridione

Lotta contro la TAP: vincere è possibile!

Continua nel Salento la lotta contro la TAP (Trans Adriatic Pipeline), mega-gasdotto che, attraversando la Grecia, dovrebbe portare il combustibile dall’Azerbaigian fino alle coste salentine, per proseguire poi fino in Nord Europa. Centinaia di attivisti stanno in questi giorni portando avanti iniziative pacifiche ma decise per cercare di impedire i lavori di realizzazione di questa grande opera inutile.

Ambiente

No Triv – Vota SÌ e lotta contro Renzi e i petrolieri

Votiamo Sì al referendum del 17 Aprile. Ma non fermiamoci qui, il referendum è solo un inizio: senza lotte, senza pressione dal basso, il governo è pronto a rimangiarsi quanto “concesso”, e con gli interessi.