23 Dicembre 2020 Sinistra classe rivoluzione

NUOVO LIBRO – Lenin e Trotskij, per cosa lottarono veramente

La nostra casa editrice ha pubblicato un nuovo importante testo teorico. Si tratta della prima edizione italiana di Lenin and Trotsky. What they really stood for,  scritto da Ted Grant e Alan Woods nel 1969.

La morte di Stalin, la “destalinizzazione” avviata nel 1956, la repressione violenta della rivoluzione ungherese per opera delle truppe sovietiche, avevano fortemente scosso l’autorità della burocrazia sovietica a livello internazionale. Nel tentativo di rilanciare una controffensiva ideologica, il Partito comunista britannico negli anni ’60 affidò a uno dei sui teorici, lo scomparso Monty Johnstone, la stesura di un testo polemico contro Trotskij, nel tentativo di delimitare il terreno soprattutto fra la gioventù, che si dimostrava permeabile alle idee del trotskismo.

Il libro che pubblichiamo nacque come risposta polemica allo scritto di Johnstone e ha avuto negli anni successivi 4 edizioni in lingua inglese, a conferma del suo valore.

Il testo ricostruisce con rigore l’autentico ruolo storico di Lenin, Trotskij e Stalin nel processo di sviluppo del Partito bolscevico, nella rivoluzione d’ottobre e negli anni successivi, soffermandosi sui punti più critici: la pace di Brest Litovsk, la polemica sul “socialismo in un paese solo”, la lotta contro la burocratizzazione dell’Urss, la questione nazionale, il testamento e l’eredità politica di Lenin.

L’interesse di questo testo non è puramente storico, tuttavia: esso parla direttamente a tutti coloro che cercano una effettiva comprensione di cosa possa rappresentare nel mondo attuale la prospettiva comunista e internazionalista, liberata dalle scorie dello stalinismo e del burocratismo che portarono al crollo dell’Unione Sovietica e a un profondo discredito del marxismo,

che precisamente attraverso studi come questo può riscattarsi e apparire con il suo vero volto, e non la maschera sfigurata dallo stalinismo.

Per ordinare il libro, al prezzo di copertina di 15 euro, o organizzare una presentazione,
scrivete a:[email protected]

o andate direttamente al nostro negozio on line

Articoli correlati

Teoria

La militanza rivoluzionaria di Engels, a 200 anni dalla nascita

A 200 anni dalla nascita di Friedrich Engels, avvenuta il 28 novembre 1820,  ricordiamo la biografia del compagno di Marx. Una vita trascorsa nel movimento operaio, tra pensiero e azione.

Teoria

Stato e rivoluzione, di Lenin

Quando nel 1917 Lenin scrisse Stato e rivoluzione gli avvenimenti politici in Russia stavano attraversando una inarrestabile accelerazione. Un mese dopo la scrittura del testo la rivoluzione trionfò portando al potere

Teoria

Libertà di stampa e classe operaia, di L.Trotskij

Questo articolo di Lev Trotskij, scritto nel 1938,  conserva a tutt’oggi una grande rilevanza, visto il dibattito sulla censura dei social media operata da Facebook o Twitter. Se si dichiara legittimo il diritto di questi giganti del web (come di ogni altro imprenditore del settore) di censurare unilateralmente i contenuti “inappropriati”, si preparerà il terreno per mettere a tacere chiunque metta in discussione il sistema da un punto di vista rivoluzionario

Teoria

Comunisti contro Stalin, di Pierre Broué

È disponibile la prima edizione in italiano di Comunisti contro Stalin. Il massacro di una generazione, libro scritto dallo storico marxista Pierre Broué nel 2003. L’argomento centrale del libro è la storia dell’Opposizione di Sinistra in URSS, diretta da Trotskij e da Racovskij, dal 1923 al 1941.

Teoria

David Harvey contro la rivoluzione: la bancarotta del “marxismo” accademico

David Harvey è un professore universitario e un geografo che si definisce marxista. Le sue serie di video-conferenze sul Capitale sono state viste da centinaia di migliaia di persone, una nuova generazione di giovani che si sono interessati al marxismo sulla scia della crisi del 2008. Per questi motivi, la sua recente affermazione di essere contrario al rovesciamento rivoluzionario del capitalismo ha logicamente suscitato scalpore.

Teoria

Famiglia, diritti, libertà: la prospettiva socialista

Lo scontro sulle unioni civili ha una volta di più riportato al centro la questione della famiglia e del suo ruolo nella società. È quindi importante per chi come noi marxisti ritiene necessario che il movimento operaio si batta contro ogni forma di discriminazione e oppressione, analizzare lo scontro attuale in relazione alla nostra lotta contro il sistema capitalista.