1 Febbraio 2019

Modena – I lavoratori Italpizza non solo soli!

APPELLO DI DELEGATI E LAVORATORI, A SOSTEGNO DELLA LOTTA ALLA ITALPIZZA, CONTRO SFRUTTAMENTO,  PRECARIETA’ E REPRESSIONE

Il quadro di sfruttamento e precarietà che sta emergendo alla Italpizza, che viene tra l’altro annoverata come eccellenza dell’agroalimentare modenese, è allarmante e chiama allo schieramento attivo tutto il movimento sindacale e la società civile.

Come delegati sindacali di diverse aziende del territorio, esprimiamo forte preoccupazione per il degrado delle condizioni contrattuali e del sistema dei diritti alla Italpizza e in molte realtà analoghe, che stanno inquinando il tessuto sociale e le relazioni industriali nel territorio.  Ribadiamo la nostra contrarietà all’uso della forza pubblica, schierata unilateralmente a tutela degli interessi datoriali, dentro quelle che dovrebbero rimanere solo vertenze sindacali.Chiediamo ai sindacati confederali di disdettare in modo esplicito qualsiasi accordo pregresso, in qualsiasi azienda del territorio, che abbia legittimato il peggioramento delle applicazioni contrattuali e l’uso delle cooperative spurie. Confermiamo quindi la nostra vicinanza ai lavoratori Italpizza, che non sono soli  e stanno conducendo una battaglia per la dignità di tutte  e di tutti.

Giovanni Iozzoli – Rsu  PFB Modena
Paolo Brini –  Comitato Centrale Fiom Cgil
RSA Fiom FERRARI
RSU Fiom MOTOVARIO
Juri Gozzi – Granarolo Soliera Direttivo Flai Modena
Luca Paltrinieri –  Rsu Fiom Netscout
Alessio Albarani, Lorena Barozzi – Segreteria Flai Cgil Modena
Giuseppe Di Bernardo – Stilma Acciaia Direttivo Fiom Cgil Modena
Stefano Rossi – Rsu  Cms
Mario Ipocoana – Angelo Po Direttivo Fiom Cgil Modena
Signoriello Raffaele – Otis Direttivo Fiom Modena
Corcione Francesca, Alessandro Coluccello Rsu Wam
Annamaria Sabatini – SAU spa
Beppe Violante – Maserati Rsa Fiom
Luca Lanzi . Rsu Fiom Manitou
Gennaro Sorrentino – Titan Finale Emilia Direttivo Fiom
Silva Benedetti – Lag Direttivo Fiom
Massimo Valentini – lavoratore, Filcams Modena
Carboni Marco – lavoratore GSI
Carlo Vezzali – lavoratore Globalcarni Spilamberto
Gloria Bigliardi – Lavoratrice Cir Food Carpi
Gaincarlo Camurri – Rsu Flai Granarolo Soliera
Lucio Teperino – Rsu Fiom Annovi e Reverberi
Sciascia Filippa – Rsu Fiom LAG
Andrea Giglio – lavoratore GSI
Novara Flavio . ARAG Rubiera
Spernacci Carlotta – Educatrice
Ara Cesare – Rsu Flai Cgil PARMAREGGIO
Ileano Ghidoni – agricoltore
Tiziano Vignoli – Ristorazione Carpi
Fiorella Sighinolfi – Direttivo Flai Cgil Modena
Claudia Veturelli – Suincom Direttivo Flai Cgil Modena
Pietro Campo, Benassi Marco, Giuseppe Tedesco, Sala Stefano – Tiberini Giampiero – lavoratori  Granarolo Soliera
Simona Righi – Studio Sistema
Maria Franchini – Parmareggio Direttivo Flai Cgil Modena
Luca Gualtieri, Roberto Saguatti – Rsu Cantine Riunite Civ e Civ – Direttivo Flai Cgil
Gennaro Fedele – Rsa Fiom Cgil CNH Modena
Cinzia Pedrucci, Iorio Alfredo – Lavoratori Motovario
Luigi Perrella – RSU Cantine Riunite e Civ
Vania Pederzoli – Consulente sicurezza sul lavoro
Manuela Barigazzi – Rsu Istituto Sergio Neri Concordia
Rolanda Pradelli Rsu Global Carni

Articoli correlati

Castelfrigo: le cariche e le intimidazioni non fermano la lotta

Alla Castelfrigo è ripreso lo sciopero ad oltranza con presidio, dopo che l’azienda ha interrotto in maniera unilaterale le trattative.

CCNL Terziario – La Filcams ritiri la firma!

Il 31 marzo è stata firmata improvvisamente l’ipotesi d’accordo tra sindacati e Confcommercio dopo che gli incontri erano stati ufficialmente sospesi. Cosa positiva, direte voi, ma i contenuti di questo

WHIRLPOOL – Lotta dura, accordo al ribasso

Governo, sindacati e azienda si uniscono in un coro entusiasta: l’accordo firmato il 2 luglio salvaguarda, a loro dire, i posti di lavoro, cancella la minaccia dei 2.060 esuberi e

Almaviva: la determinazione dei lavoratori è l’arma per vincere!

Dopo mesi di assemblee, presidi, scioperi, fiaccolate, e manifestazioni sotto il Ministero dello sviluppo economico (Mise) i lavoratori di Almaviva sono ancora più determinati e consapevoli della loro forza. Lo

Monfalcone – Non chiamatela fatalità, chiamatela strage!

Un altra vittima del profitto, un altro operaio morto sul lavoro.
Questa mattina ai cantieri di Monfalcone un giovanissimo operaio di 19 anni è rimasto schiacciato da un blocco di cemento di 700 kg. Immediato lo sciopero di tutte le maestranze del cantiere.

Castelfrigo, una vittoria di… Pirro

È bastata una semplice comunicazione da parte della Regione per porre fine al blocco delle merci che da 4 giorni e notti i lavoratori e la CGIL avevano organizzato davanti ai cancelli della Castelfrigo. Quale bilancio si può fare al termine di queste quattro giornate?