Modena – Appello a tutti gli antifascisti: corteo il 25 aprile!

Abbiamo appreso con sdegno dai giornali locali che la Giunta Comunale di Modena il 25 aprile non svolgerà il corteo per festeggiare la liberazione dal nazifascismo con il pretesto della presenza di Mattarella a Carpi.

La gravità di questa scelta si commenta da sola a maggior ragione data la nascita di una organizzazione di estrema destra come “Terra dei padri” e le scritte razziste e xenofobe apparse pochi giorni fa nei pressi della Chiesa ortodossa di Modena.
Non ci si può nascondere dietro al fatto che il corteo sarà anticipato al 22 aprile!

È l’ennesima dimostrazione della degenerazione di un partito come il Pd che già da molti anni, con le sue politiche, ha abbandonato gli ideali e i valori veri della Resistenza.

Il 25 aprile scendiamo in piazza per rivendicare la chiusura del circolo neo-fascista ” Terra dei Padri ” che nel silenzio dei media e PD invita gruppi musicali nazi-rock e figure storiche dell’estrema destra italiana.

 

CONCENTRAMENTO:

ORE 10
LARGO SANT’ AGOSTINO
MODENA

FUORI I FASCISTI DA MODENA!!
CHIUDERE ” TERRA DEI PADRI ”

IL 25 APRILE NON È UNA RICORRENZA
ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Articoli correlati

Antifascismo e Antirazzismo

Agosto 1922 – L’offensiva squadrista e le barricate di Parma

Se nel 1919 i fascisti sono ancora una forza marginale, come dimostra il risultato delle elezioni di Milano, la situazione cambia rapidamente e tragicamente nel 1921. Le lotte del Biennio rosso si erano concluse con un compromesso che non rappresentava una vittoria per nessuna delle parti in causa: da una parte il movimento operaio che aveva sfiorato la possibilità della presa del potere, sfumata senza una guida rivoluzionaria. Dall’altra parte il padronato, che avrebbe voluto vedere le fabbriche sgomberate dall’esercito.

Antifascismo e Antirazzismo

Pavia: Le intimidazioni fasciste non ci fermeranno!

Tutta Italia ha parlato della intimidazione fascista avvenuta a Pavia due notti prima delle elezioni, quando qualcuno ha attaccato alle porte di casa di una quindicina di persone degli adesivi minacciosi con scritto «Qui ci abita un antifascista» e il simbolo della Rete Antifascista sbarrato.

Antifascismo e Antirazzismo

Sul corteo del 25 aprile a Roma

Ancora una volta alla vigilia del 25 Aprile si è aperta da parte della Comunità Ebraica di Roma, sostenuta dal sindaco 5 stelle Raggi e dal Pd, una polemica strumentale

Antifascismo e Antirazzismo

Milano – Combatti il razzismo, lotta insieme a noi!

Pubblichiamo il testo del volantino che i nostri compagni di Milano stanno distribuendo in protesta rispetto all’aggressione razzista avvenuta lo scorso 28 giugno a Porta Ticinese.
Partecipa all’assemblea pubblica che si terrà Venerdì 16 luglio alle ore 15.00, presso AC editoriale in Via Paulucci di Calboli Fulcieri, 4, a Milano!

Antifascismo e Antirazzismo

Aggressione fascista a Crema!

Lunedì notte, tra l’una e mezza e le due, a Ombriano, quartiere di Crema, c’è stata un’aggressione fascista.

Storia e Memoria

Per non dimenticare: quando erano gli italiani ad emigrare

“Gli immigrati si prendono il lavoro e le case, mentre gli italiani non hanno nulla! Il governo dovrebbe pensare prima agli italiani.” Quante volte sentiamo queste frasi, sbandierate da televisione e stampa, soprattutto da quella più bieca, e dai demagoghi di destra? Quelli che diffondono queste idee però non spiegano che, immigrati o no, il governo non aiuterà gli italiani, e che l’innalzamento dell’età pensionabile e i tagli al welfare non avvengono per colpa degli immigrati. La disoccupazione e la povertà non sono un prodotto dell’immigrazione; la verità è che la borghesia italiana ha per anni “importato” nel paese la forza lavoro a buon mercato per trarne vantaggio, allo stesso modo in cui, in passato, la esportava, creando grande fonte di reddito per lo Stato italiano.