Le foto della Notte rossa della rivoluzione (Napoli, 28 ottobre)

Oltre 300 persone hanno affollato il Teatro Galleria Toledo per la Notte rossa della rivoluzione! Ringraziamo tutti i compagni e le compagne che hanno partecipato e i compagni di Napoli che hanno resa possibile questa fantastica serata. Non c’era modo migliore per celebrare i 100 anni della rivoluzione d’ottobre e per preparaci alla costruzione delle forze del marxismo in Italia nel prossimo futuro.

Presentiamo di seguito una galleria di foto dell’evento.

Viva la rivoluzione russa!
Viva la Tendenza marxista internazionale!

Articoli correlati

Doppia presentazione di “Stalin” di L. Trotskij in Trentino!

Stalin di Lev Trotskij arriva in Trentino!

Il nostro impegno per il centesimo anniversario della rivoluzione d’Ottobre

Il centenario della rivoluzione russa rappresenta un terreno importante di iniziativa per Sinistra classe rivoluzione, come per tutta la Tendenza Marxista Internazionale (Tmi).

“Siamo ancora qui!” Grande successo della Notte rossa della rivoluzione a Napoli

Sabato 28 ottobre circa 300 persone hanno partecipato alla Notte rossa della rivoluzione, l’evento conclusivo della campagna per il centenario della Rivoluzione d’Ottobre promossa da Sinistra Classe Rivoluzione (SCR). È

Congresso di Sinistra Classe Rivoluzione – I marxisti al passo con la nuova epoca

Partecipazione record al congresso della sezione italiana della Tendenza marxista internazionale. Il movimento politico Sinistra Classe Rivoluzione ha tenuto il suo XIX congresso dal 6 all’8 gennaio scorso a Bologna con oltre 150 compagne e compagni provenienti da 25 città.

Ci ha lasciato Rino Depietri

Rino era un operaio Terim che in fabbrica davanti alle ingiustizie non stava zitto. Ha appoggiato fin dalla prima ora tutte le lotte e gli scioperi. Nelle nostre iniziative ci

Sinistra classe rivoluzione Bologna contro i vergognosi sgomberi di Làbas e Crash

Esprimiamo la nostra totale solidarietà a Làbas e Crash e con fermezza ribadiamo la nostra determinazione nel fronteggiare questo modello di società che nulla ha da offrire a studenti, lavoratori e disoccupati.
Sosterremo attivamente iniziative di lotta che si batteranno contro chi questo modello propone, come la Giunta Merola che, con quest’ennesima operazione, ha confermato tutto il suo volto filopadronale e antisociale, ragioni per le quali dovrebbe andarsene.