Argentina

Argentina

Argentina – Una marea verde scende in piazza a favore della legalizzazione dell’aborto

Il 14 giugno la Camera dei Deputati argentina ha approvato la legalizzazione dell’aborto. Dopo quasi 20 ore di votazione, ci sono stati 129 voti a favore, 125 contrari e un’astensione. Ma il voto a favore è il risultato di una vasta e massiccia lotta della gioventù contro la violenza di genere.

Argentina

Argentina – I lavoratori e i giovani dicono NO al FMI nelle piazze!

Una moltitudine, una massa compatta di centinaia di migliaia di persone si è data appuntamento lo scorso 25maggio all’Obelisco nel centro di Buenos Aires per esprimere il proprio rifiuto nei confronti del governo Macri e della sua politica di sottomissione al Fondo monetario internazionale.

Argentina

Argentina – Basta con la repressione di Macri contro gli attivisti di sinistra!

Chiediamo alle organizzazioni di sinistra e del movimento operaio a livello internazionale di fare propria la causa dei compagni che subiscono la repressione in Argentina. Un’offesa a uno è un’offesa a tutti!

Argentina

Argentina: un bilancio necessario, un cambiamento epocale

Un bilancio delle mobilitazioni degli ultimi mesi in Argentina da parte dei nostri compagni de la Corriente socialista Militante.

Argentina

Giustizia per Santiago Maldonado!

Finalmente Santiago è comparso. È comparso il suo corpo nelle acque del fiume Chubut: che fosse veramente Santiago è stato confermato dalla sua famiglia presso l’obitorio di Buenos Aires. Il suo corpo senza vita ha svelato in maniera cruda alla società argentina tutta la natura vessatoria delle sparizioni forzate.

Argentina

Argentina – Per il rilascio immediato di Santiago Maldonado!

Il primo agosto scorso Santiago Maldonado è scomparso ad opera della Gendarmeria nazionale (l’equivalente dei Carabinieri, ndt) e dello Stato

Argentina

Argentina – I lavoratori furiosi mettono in fuga i leader del sindacato

In Argentina, durante unainiziativa sindacale di massa, i leader sindacali dopo essere stati fischiati e zittiti, sono dovuti fuggire davanti all’ira dei lavoratori, scortati dalla polizia privata. E’ un fatto “senza precedenti” in Argentina. Il motivo di una tale rabbia è stato il rifiuto dei leader di fissare la data di uno sciopero generale.
Di seguito potete leggere un rapporto dei nostri compagni argentini.

Storia e Memoria

40 anni fa il Golpe in Argentina: una dittatura contro l’insorgenza operaia

Il 24 Marzo di quaranta anni fa le forze armate argentine guidate dal generale Jorge Rafael Videla diramavano un comunicato in cui dichiaravano che la Junta Militar assumeva nelle sue mani il governo del paese. Iniziava una delle più sanguinose dittature dell’America latina.