3 Febbraio 2021 Esquerda Marxista Florianopolis

Brasile – Vittoria dei lavoratori della Comcap

Nella giornata di domenica 31 gennaio sono pervenute oltre 400 lettere e mozioni di sostegno alla lotta dei lavoratori dell’azienda pubblica di raccolta dei rifiuti Comcap di Florianopolis.

Questa pressione internazionale, sommata alla mobilitazione dei lavoratori, è stata fondamentale per costringere la giunta comunale e la magistratura a fare marcia indietro. Domenica sera alle 10 hanno aperto le trattative con i rappresentanti dei lavoratori per proporre un accordo che includesse:

– Nessuna sanzione amministrativa né azione legale contro il sindacato e i lavoratori, con la cancellazione della multa di 200mila R $ (poco più di 3omila euro) contro il sindacato per ogni giorno di sciopero;

– Pagamento dello stipendio dei lavoratori per le giornate di sciopero

– Garanzia di stabilità del posto di lavoro dell’impresa di pulizie pubbliche (Comcap) fino al pensionamento dell’ultimo dipendente.

Il ritiro delle sanzioni e la garanzia dei posti di lavoro sono vittorie importanti, che consentiranno ai lavoratori di continuare la lotta per la riconquista dei diritti e contro nuovi attacchi.

In un’assemblea di massa tenutasi lunedì primo febbraio, i lavoratori hanno approvato la fine dello sciopero dopo 15 giorni di mobilitazione.

Ringraziamo la campagna portata avanti dalla TMI. È stata determinante per fermare questi assurdi attacchi alle libertà democratiche, al diritto di sciopero e all’organizzazione sindacale.

Articoli correlati

Brasile

Brasile – Com’è possibile che un demagogo di estrema destra vinca le elezioni?

Bolsonaro ha vinto il secondo turno delle elezioni presidenziali brasiliane con il 55 percento dei voti, sconfiggendo Haddad, il candidato del Partito dei lavoratori (PT), che ha ottenuto il 45 percento. Questa è una battuta d’arresto per la classe lavoratrice e per i settori poveri del paese. Dobbiamo capire cosa significa, cosa ha portato a questa situazione e quale strategia dovrebbe seguire il movimento operaio di fronte a questo governo reazionario.

Brasile

Brasile – Le masse scendono in piazza contro Bolsonaro

Le enormi proteste svoltesi lo scorso 29 settembre in tutto il Brasile sono state l’ennesima dimostrazione della mobilitazione che sta crescendo contro il candidato alla presidenza di estrema destra, Bolsonaro.

Brasile

Morte e distruzione nell’Amazzonia di Bolsonaro

Nell’ultimo mese l’Amazzonia è stata al centro delle attenzioni del governo Bolsonaro. Dopo un lungo braccio di ferro che è terminato con le dimissioni del fisico Ricardo Galvão dalla direzione dell’Istituto Nazionale delle Ricerche Spaziali (Inpe), l’aspirante Bonaparte adesso parla a sproposito della preservazione del territorio con alcuni dei Paesi più ricchi di Europa.

Brasile

Sciopero generale in Brasile: i lavoratori lottano contro il governo corrotto di Temer

Venerdì 28 aprile, i lavoratori e i sindacati brasiliani hanno realizzato il primo sciopero generale dopo oltre due decenni, protestando contro le misure di austerità e in particolare contro il drastico taglio delle pensioni portato avanti dal corrotto governo di Temer.

Brasile

Una zanzara, tre virus e una società in crisi

Nel 2015, sono stati registrati 1.649.008 casi di dengue in Brasile, superando tutti gli anni precedenti e confermando la tendenza all’espansione dell’endemia e delle successive epidemie che cominciarono nel 1981.

Brasile

Brasile – Dopo l’impeachment, quali prospettive?

Con 61 voti a favore e 20 contro, è stato approvato da un Senato federale marcio l’impeachment di Dilma, e di conseguenza, il suo allontanamento definitivo dall’incarico. É il capitolo finale di questo processo iniziato a dicembre 2015, dall’ex-presidente della Camera dei Deputati, Eduardo Cunha.