23 Settembre 2015

Adiosu, compagno Enzo

Pesa dover scrivere qualche riga su un compagno che ancora si immagina vicino. È impossibile far scorrere le dita sulla tastiera senza che le lacrime bagnino le une e l’altra.

Enzo Mele ci ha lasciati, dopo una breve e aggressiva malattia, ma ci ha lasciato in eredità il suo sorriso, la sua tenerezza racchiusa in un corpo roccioso forgiato dalle fatiche operaie e dalla sua passione per la natura, la sua determinazione, la sua fiducia nell’umanità e nella prospettiva comunista.

Militante politico e sindacale della sua classe di appartenenza, Enzo è stato salutato dalle sue belle bandiere, dai pugni chiusi levati al cielo, dalle note dell’Internazionale e dagli interventi dei compagni. Classe 1960, aveva deciso di aderire a Rifondazione comunista nel 2008 dopo il fallimento governativo dell’allora nucleo dirigente, non riuscendo nell’intento di trasformare “questo partito riformista”, come sempre precisava.

Negli ultimi congressi aveva sostenuto le posizioni della tendenza marxista consapevole della necessità di un partito di classe di massa che, non essendoci ancora, purtroppo non vedrà. Ma che vorrà siano i suoi compagni a contribuire a costruirlo.

Adiosu Enzo

Articoli correlati

25 APRILE – Basta tricolore e unità nazionale: la Resistenza fu “rossa” !

Non c’è nessuna seria ragione per festeggiare il 25 aprile con un abbraccio, fisico o simbolico che sia, tra “tutti gli italiani”. Per questo, dopo Bella Ciao intoneremo Fischia il vento e Bandiera Rossa. E troveremo nuova energia e unità per batterci contro governo e padroni che, oggi, vorrebbero scaricare tutto il peso della catastrofe sanitaria su lavoratori, pensionati e giovani.

Brasile: Unità in difesa dei diritti e delle conquiste dei lavoratori! Indipendenza e lotta di classe!

Il volantino diffuso da Esquerda marxista, la sezione brasiliana della Tmi, nel corteo dello scorso 31 marzo a San Paolo.

Dichiarazione di voto contraria sull’elezione della Segretaria FP CGIL

L’8 Giugno l’Assemblea Generale della FP CGIL ha eletto la nuova Segretaria Serena Sorrentino su proposta dei Centri Regolatori, dopo 6 anni di Segreteria Dettori.

Cronache dalla Crisi – ISEM di Vigevano: flessibilità, esternalizzazioni e cassa integrazione

Pubblichiamo volentieri un’intervista a un delegato sindacale della Isem di Vigevano fatta dai nostri compagni di Sinistra Classe Rivoluzione di Pavia. È un esempio di sfruttamento della classe lavoratrice da parte di una proprietà senza scrupoli.

Maserati (Modena): nuvole all’orizzonte, è tempo di agire!

Dal primo gennaio 2017 a Modena non si produrranno più vetture Maserati. È quanto emerso nell’incontro delle delegazioni sindacali con i vertici di Fca. L’azienda ha annunciato un piano di 120 esuberi, di cui 15 impiegati. I lavoratori in esubero verranno trasferiti in altre sedi – tra cui la vicina Ferrari – su base volontaria.

Il “grande gioco” delle cooperative di distribuzione

Era facilmente prevedibile che la crisi economica e il conseguente calo di vendite, dovuto a disoccupazione e cassa integrazione, avrebbe avuto conseguenze importanti sulla grande distribuzione, privata e cooperativa. Che