Adiosu, compagno Enzo

Pesa dover scrivere qualche riga su un compagno che ancora si immagina vicino. È impossibile far scorrere le dita sulla tastiera senza che le lacrime bagnino le une e l’altra.

Enzo Mele ci ha lasciati, dopo una breve e aggressiva malattia, ma ci ha lasciato in eredità il suo sorriso, la sua tenerezza racchiusa in un corpo roccioso forgiato dalle fatiche operaie e dalla sua passione per la natura, la sua determinazione, la sua fiducia nell’umanità e nella prospettiva comunista.

Militante politico e sindacale della sua classe di appartenenza, Enzo è stato salutato dalle sue belle bandiere, dai pugni chiusi levati al cielo, dalle note dell’Internazionale e dagli interventi dei compagni. Classe 1960, aveva deciso di aderire a Rifondazione comunista nel 2008 dopo il fallimento governativo dell’allora nucleo dirigente, non riuscendo nell’intento di trasformare “questo partito riformista”, come sempre precisava.

Negli ultimi congressi aveva sostenuto le posizioni della tendenza marxista consapevole della necessità di un partito di classe di massa che, non essendoci ancora, purtroppo non vedrà. Ma che vorrà siano i suoi compagni a contribuire a costruirlo.

Adiosu Enzo

Articoli correlati

Senza categoria

Il “grande gioco” delle cooperative di distribuzione

Era facilmente prevedibile che la crisi economica e il conseguente calo di vendite, dovuto a disoccupazione e cassa integrazione, avrebbe avuto conseguenze importanti sulla grande distribuzione, privata e cooperativa. Che

Senza categoria

25 APRILE – Basta tricolore e unità nazionale: la Resistenza fu “rossa” !

Non c’è nessuna seria ragione per festeggiare il 25 aprile con un abbraccio, fisico o simbolico che sia, tra “tutti gli italiani”. Per questo, dopo Bella Ciao intoneremo Fischia il vento e Bandiera Rossa. E troveremo nuova energia e unità per batterci contro governo e padroni che, oggi, vorrebbero scaricare tutto il peso della catastrofe sanitaria su lavoratori, pensionati e giovani.

Senza categoria

Contro l’offensiva padronale – La soluzione è solo nella lotta!

Ad aprile è circolato a Modena il volantino di un’agenzia interinale che offriva manodopera sottocosto. Il volantino recitava: “Vinci la crisi con lavoratori interinali a contratto rumeno. Risparmi il 40

Senza categoria

Il risultato elettorale del Labour: propaganda e realtà

I risultati delle elezioni in tutta l’Inghilterra e il Galles sono stati uno shock – uno shock per la destra laburista, che aveva profetizzato un Armageddon elettorale per il partito laburista sotto la guida di Corbyn.

Archivio Rivoluzione

Rivoluzione n° 12

Lavorare senza fine? Diciamo no!

Italia

É l’ora! Sinistra di classe anche alle elezioni!

Il nostro movimento si impegna, assieme ad altre forze della sinistra rivoluzionaria, affinché nell’imminente scontro elettorale sia presente una lista che rappresenti in modo coerente il punto di vista di classe, di chi lavora e subisce lo sfruttamento di questo sistema economico.