20 aprile 2017

Modena – Appello a tutti gli antifascisti: corteo il 25 aprile!

Abbiamo appreso con sdegno dai giornali locali che la Giunta Comunale di Modena il 25 aprile non svolgerà il corteo per festeggiare la liberazione dal nazifascismo con il pretesto della presenza di Mattarella a Carpi.

La gravità di questa scelta si commenta da sola a maggior ragione data la nascita di una organizzazione di estrema destra come “Terra dei padri” e le scritte razziste e xenofobe apparse pochi giorni fa nei pressi della Chiesa ortodossa di Modena.
Non ci si può nascondere dietro al fatto che il corteo sarà anticipato al 22 aprile!

È l’ennesima dimostrazione della degenerazione di un partito come il Pd che già da molti anni, con le sue politiche, ha abbandonato gli ideali e i valori veri della Resistenza.

Il 25 aprile scendiamo in piazza per rivendicare la chiusura del circolo neo-fascista ” Terra dei Padri ” che nel silenzio dei media e PD invita gruppi musicali nazi-rock e figure storiche dell’estrema destra italiana.

 

CONCENTRAMENTO:

ORE 10
LARGO SANT’ AGOSTINO
MODENA

FUORI I FASCISTI DA MODENA!!
CHIUDERE ” TERRA DEI PADRI ”

IL 25 APRILE NON È UNA RICORRENZA
ORA E SEMPRE RESISTENZA!

Articoli correlati

Pavia: i fascisti aggrediscono ma i compagni si difendono

A Pavia nella notte tra venerdì 14 e sabato 15 luglio, il capo provinciale di CasaPound, Lorenzo Cafarchio, ha prima insultato e poi attaccato con un pugno il responsabile di Sinistra Classe Rivoluzione a Pavia, il nostro compagno Mauro Vanetti.

Per non dimenticare: quando erano gli italiani ad emigrare

“Gli immigrati si prendono il lavoro e le case, mentre gli italiani non hanno nulla! Il governo dovrebbe pensare prima agli italiani.” Quante volte sentiamo queste frasi, sbandierate da televisione e stampa, soprattutto da quella più bieca, e dai demagoghi di destra? Quelli che diffondono queste idee però non spiegano che, immigrati o no, il governo non aiuterà gli italiani, e che l’innalzamento dell’età pensionabile e i tagli al welfare non avvengono per colpa degli immigrati. La disoccupazione e la povertà non sono un prodotto dell’immigrazione; la verità è che la borghesia italiana ha per anni “importato” nel paese la forza lavoro a buon mercato per trarne vantaggio, allo stesso modo in cui, in passato, la esportava, creando grande fonte di reddito per lo Stato italiano.

L’Italia, oggi. Un paese di emigrati.

Il fenomeno dell’immigrazione è uno dei temi più discussi negli ultimi anni. Di fronte ai drammi di questi mesi e alle campagne xenofobe che vengono portate avanti, abbiamo sentito più

La lotta dei rifugiati e la solidarietà della classe operaia alle porte dell’Europa – 3 giorni a Horgos

“Quando vendi il sogno americano, o europeo, al resto del mondo, e nel frattempo rendi la vita di tutti quelli che sono fuori da quei continenti un incubo insopportabile, non puoi davvero sorprenderti se a un certo punto inizia un movimento di massa verso quelle autoproclamate terre promesse.”

Giustizia e verità per Valerio Verbano!

Per ricordare l’assassinio di Valerio Verbano, avvenuto esattamente 37 anni fa, ripubblichiamo un articolo scritto nel 2010. I compagni di Sinistra classe rivoluzione Roma danno appuntamento a tutti al corteo in memoria di Valerio, oggi alla 17 da Via Monte Bianco.

Aggressione fascista a Crema!

Lunedì notte, tra l’una e mezza e le due, a Ombriano, quartiere di Crema, c’è stata un’aggressione fascista.