Africa

Sud Africa

Sud Africa: la caotica fine di Jacob Zuma

Dopo la pubblicazione di questo articolo su marxist.com, la sera del 14 febbraio Zuma ha rassegnato le dimissioni e Cyril Ramaphosa ha assunto l’incarico di Presidente del Sudafrica. Tuttavia ciò non chiude la crisi politica, sociale ed economica che sta avvolgendo il Sudafrica, ma conduce il paese in uno stadio superiore, come spiega Ben Morken, in questa corrispondenza da Città del Capo.

Maghreb

Tunisia – I giovani insorgono nuovamente contro l’austerità

Negli ultimi giorni abbiamo visto l’inizio di un nuovo movimento della gioventù tunisina, quasi sette anni dopo l’abbattimento dell’odiato regime di Ben Alí nel 2011. Questa volta, a scatenare le proteste in tutta la nazione, è stata la legge finanziaria imposta dal Fmi.

Africa

I veri obiettivi della missione italiana in Niger

Uno degli ultimi atti del governo Gentiloni è stato l’approvazione del decreto che autorizza la missione militare italiana in Niger. Una “missione sacrosanta per l’interesse dell’Italia”, come l’ha definita il Primo ministro.

Africa

Dopo la caduta di Mugabe – Quale futuro per lo Zimbabwe?

L’élite al potere, sia il settore attorno a Mugabe che qualsiasi altro, è incapace di risolvere i problemi all’interno della società. Per gli operai, i contadini e i poveri dello Zimbabwe non c’è altra via da intraprendere che contare sulle proprie forze.

Maghreb

Marocco – Il Rif insorge di nuovo

Il regime si scaglia duramente contro il Rif ribelle. La primavera marocchina si risveglia ancora.

Maghreb

Solitarietà con le masse marocchine! Abbasso la dittatura e la repressione!

Dall’ottobre scorso, Al Hoceima e le sue regioni limitrofe hanno assistito un grande movimento di protesta. La ragione immediata dietro allo sviluppo delle mobilitazioni è stata l’omicidio di un giovane pescivendolo (Mouchine Fikri) letteralmente triturato in un camion della raccolta rifiuti

Maghreb

Tunisia – L’oasi di Jemnah in lotta

Lunedì 24 ottobre un’imponente assemblea di massa si è svolta nella piazza centrale nella piccola cittadina dell’oasi di Jemnah (Tunisia del sud). Ciò che ha scatenato la rabbia e la mobilitazione della popolazione locale è il congelamento dei beni dell’Associazione in difesa dell’oasi di Jemnah, associazione che gestisce le terre e i palmeti di datteri dell’oasi i cui rappresentanti sono eletti democraticamente dalla popolazione locale.

Maghreb

“Benvenuti in Marocco, qui trituriamo la gente!”

Decine di migliaia di marocchini, indignati, sono scesi in piazza lo fine settimana dopo che un pescivendolo di Al-Hoceima è stato schiacciato a morte all’interno di un camion della spazzatura mentre stava cercando di recuperare il pesce che era stato sequestrato dalla polizia locale.

Sud Africa

Proteste studentesche straordinarie in Sud Africa: un’avvisaglia di sviluppi rivoluzionari

Questa settimana ha visto un marcato crescendo delle proteste studentesche che sono divampate su scala nazionale nel corso degli ultimi quattro anni. Il movimento di protesta si sta diffondendo in tutto il paese e non sembra placarsi. Proteste di questa portata non si vedevano dall’insurrezione studentesca di metà anni ’80.

Sud Africa

Sudafrica: riparte il movimento studentesco di massa!

Martedì 20 Settembre sono scoppiate proteste studentesche di massa in tutto il paese, a causa della dichiarazione del ministro dell’istruzione Blade Nzimande con cui comunicava la possibilità per le università di alzare le rette fino all’8% a partire dal prossimo anno.

  • 1
  • 2